€ 10.427

Raised from 101 donors



Piccolo Principe Onlus

La nostra mission

Dal 2002 esiste, a Busto Arsizio (provincia di Varese) un luogo che è casa per tanti bambini.

Dal progetto iniziale di accoglienza di minori in stato di disagio è nata la Società Cooperativa Sociale Piccolo Principe, in cui la cultura del bambini significa accoglienza, attenzione, cura, partecipazione.
Queste parole, le "nostre" parole, sono al cuore del nostro quotidiano nella cura dei legami, quelli interrotti, ricostruiti o da ricostruire, nello sguardo partecipe che include tutta la comunità e il territorio, nella molteplicità di voci e di volti che, tutti insieme, sono il Piccolo Principe.

Le comunità per i bambini

La comunità alloggio è oggi composta da diverse strutture che ospitano bambini, adolescenti e ragazzi.
Le strutture si dividono in base alla fascia d'età dei nostri ospiti. La comunità alloggio Orso Balòo accoglie minori dai 0 ai 5 anni mentre il Piccolo Principe invece i minori dai 6 ai 13 anni.

Cerchiamo di trasmettere fiducia, rispetto, amore

La nostra mission

Dal 2002 esiste, a Busto Arsizio (provincia di Varese) un luogo che è casa per tanti bambini.

Dal progetto iniziale di accoglienza di minori in stato di disagio è nata la Società Cooperativa Sociale Piccolo Principe, in cui la cultura del bambini significa accoglienza, attenzione, cura, partecipazione.
Queste parole, le "nostre" parole, sono al cuore del nostro quotidiano nella cura dei legami, quelli interrotti, ricostruiti o da ricostruire, nello sguardo partecipe che include tutta la comunità e il territorio, nella molteplicità di voci e di volti che, tutti insieme, sono il Piccolo Principe.

Le comunità per i bambini

La comunità alloggio è oggi composta da diverse strutture che ospitano bambini, adolescenti e ragazzi.
Le strutture si dividono in base alla fascia d'età dei nostri ospiti. La comunità alloggio Orso Balòo accoglie minori dai 0 ai 5 anni mentre il Piccolo Principe invece i minori dai 6 ai 13 anni.

Cerchiamo di trasmettere fiducia, rispetto, amore e comprensione. Perchè siamo convinti che, in famiglia o fuori dalla propria famiglia, è necessario e doveroso ridare ai bambini fiducia nelle persone e soprattutto nelle proprie, infinite risorse.
Il linguaggio dei bambini esprime l’assoluto, il definitivo, l’irreparabile, i loro termini sono perentori: “mai”, “sempre”, “mai più”, “non ce la farò mai”, “vado via per sempre”, il dolore per i bambini non ha mai fine, la sofferenza che devono sopportare ha la valenza di una catastrofe, il loro orizzonte è piccolo come loro, è fatto di “casa”, di “mamma”. Tutto ciò ci deve far riflettere, non dobbiamo mai dimenticare il luogo, il tempo, lo spazio affettivo dal quale il bimbo arriva: in breve, la sua storia. Dopo l’accoglienza, il primo compito dell’adulto è ricostruire la storia di ciascuno, non dimenticando che di quella storia il bambino è stato protagonista ed ha contribuito, spesso con sofferenza, ad interromperne il ciclo.

Ciò che ogni volta rinnova l’entusiasmo degli educatori e di tutti quelli che lavorano in quest’ambito, è l’impossibilità dei bambini di vivere per sempre nel rancore, nel dolore, dopo un grande dolore a volte basta un gesto a far riconquistare un sorriso, dopo un disperato pianto può nascere una risata o un abbraccio. Il dolore non riesce ad annichilire l’istinto di vita, la disperazione difficilmente si cristallizza e se ciò avviene l’intervento riparatore non può darsi per vinto.

Tutta qui, la filosofia del nostro progetto, ricostruire una “casa”, recuperando la “mamma” e ridando vigore ad un appannato codice affettivo materno, non dimenticando mai che esiste, nella vita di ciascuno, anche un “padre”, cioè la presenza del reale, della regola sociale, del limite, della sana frustrazione, del mondo vero, con il quale il bambino deve, prima possibile, ritornare a dialogare.

Le comunità per i ragazzi

Ospitiamo nelle case chiamate "il Volo" sia ragazzi che ragazze adolescenti dai 15 ai 21 anni, che sono per lo più cresciuti in comunità e che non hanno una possibilità di una dimora autonoma. Per i maggiorenni invece, abbiamo due piccoli appartamenti, chiamati Itaca, che possono ospitare fino a un massimo di 3 ragazzi uno e di 3 ragazze l'altro. Anche per i ragazzi "più grandi" offriamo un percorso di sviluppo e crescita attraverso uno psicologo che li segue mediamente ogni settimana, oltre che garantiamo comunque la presenza di un tutor per almeno due volte a settimana.

Come sostenere la nostra Cooperativa Sociale

Per proseguire con le nostre attività quotidiane è fondamentale ricevere il sostegno di tutti. Per questo abbiamo deciso, da diverso tempo, di partecipare alla Milano Marathon e di aprire ogni anno una pagina di raccolta fondi su Rete del Dono collegata a quest'evento sportivo importante. Per ogni donazione effettuata c'è la possibilità di usufruire dei benefici fiscali e di portare in detrazione o deduzione fiscale l'importo liberamente donato. Se hai bisogno di ulteriori informazioni approfondisci qui: https://www.retedeldono.it/landing/retedeldonofisco

 

Take a step forward

Become a personal fundraiser

RUSH FINALE
0 raised of € 10.000
Insieme per il Piccolo Principe
5.340 raised of € 5.000
Il Piccolo Principe alla Milano Marathon
5.087 raised of € 5.000
Staffetta Milano - Up&Down Team
Up & Down
164 raised of € 160
Run4Fun(ds) per il Piccolo Principe
Run4Fun(ds)
392 raised of € 300
Run4Fun(ds) per il Piccolo Principe
Run4Fun(ds)
16 raised of € 300
#runforacause #runjustbecause
Run boy run
1.384 raised of € 1.000
RUSH FINALE
0 raised of € 10.000
Insieme per il Piccolo Principe
5.340 raised of € 5.000
Il Piccolo Principe alla Milano Marathon
5.087 raised of € 5.000
Staffetta Milano - Up&Down Team
Up & Down
164 raised of € 160
Run4Fun(ds) per il Piccolo Principe
Run4Fun(ds)
392 raised of € 300
Run4Fun(ds) per il Piccolo Principe
Run4Fun(ds)
16 raised of € 300
#runforacause #runjustbecause
Run boy run
1.384 raised of € 1.000
Next
Previous
Next
Previous
Do you want to contact us?
previus
next
Loading…
X

ATTENZIONE