Alessandro Bertani

If we can make it there...

Raccolto € 2.420

40


If we can make it there, we’ll make it anywhere: it’s up to you!

Ho sempre pensato che la maratona sia una bella metafora per descrivere il nostro lavoro, il lavoro umanitario di Emergency. Abbiamo un traguardo da raggiungere: abolire la guerra. A chi non si è mai cimentato nella corsa potrà sembrare un traguardo impossibile da raggiungere. Basta invece cominciare a cimentarsi, a mettersi in gioco.

Bisogna per prima cosa porsi l’obiettivo, perché, senza un obiettivo da raggiungere, non si va da nessuna parte. E poi, passo dopo passo, allenando in primo luogo le nostre coscienze, quel traguardo si farà sempre più vicino. Quanto vicino sia e quando potremo tagliare quel traguardo, dipende solo da noi. Ma è un traguardo che potremo tagliare e che taglieremo solo tutti insieme. E saremo tutti vincitori, come lo sono non solo tutti quelli che passano sotto la linea delle 26 miglia, ma anche quelli che oltrepassano la linea di partenza. Perché accettare questa sfida, è già una vittoria. Per la nostra umanità e per l’umanità intera.

Mi sono aggiunto a Franz, Matteo e Ippolito in questa corsa intanto per dire “grazie” a loro per questo impegno personale. Grazie con il cuore. Quel cuore che butteremo tutti oltre l’ostacolo e che ci spingerà fino al ventiseiesimo miglio.

Mi impegno a correre almeno 26 miglia alla settimana, per tutte le settimane che ancora ci separano dall’ultimo dei 42.195 metri prima del traguardo. Dateci una mano: sostenendo noi, sosterrete tutte le vittime della guerra in Iraq che potremo aiutare grazie al vostro contributo.

English Version

I’ve always felt that a marathon is a wonderful metaphor to describe our work; the humanitarian work that Emergency does. To start, we have a goal to meet: abolish war. If you’ve never run a marathon perhaps that may seem like an impossible goal to achieve. However, all it takes is a beginning, a willingness to start the run.

First of all, you have to set your goal because without one, you aren’t going anywhere. And then, one step at a time, training your mind and conscience, that objective gets closer and closer. How near one gets depends us, and we can only reach it by working together. Then we all become winners, not just like the runners who pass the 26 mile mark, but also like those who take off together at the start line in the first place.

I’ve with joined Franz, Matteo and Ippolito to run this marathon and thank everyone who has supported us thus far in this personal effort. Ours is a sincere heartfelt thanks. And, it is with our heart that we’ll surpass all obstacles until we ultimately reach the 26th mile at the 2017 NYC Marathon.

I’m committed to run at least 26 miles a week, for every week before the last 42.195 meters of our marathon goal. Please give us a hand. By your financial contribution you will be concretely supporting all the war victims in Iraq through Emergency’s Humanitarian Programs for Syrian Refugees and IDPs in Northern Iraq. Truly, no contribution is too small. Thank you for joining us in helping others. 

Ordina per:
  • € 51

    Gianni Fontana - 17 Dicembre 2017
  • € 50

    Carla Brambilla - 22 Novembre 2017

    Doverosamente, per chi fa tanto per tante oersone!

  • € 31

    Silvia Stilli - 13 Novembre 2017

    Per un’azione sinceramente solidale ed efficace per il progetto indicato da Alessandro Bertani. Grazie Emergency

  • € 51

    Donata renzo stefano - 7 Novembre 2017

    Il nostro pensiero per te. Donata renzo e stefano

  • € 200

    Maurizio Rossi - 6 Novembre 2017

    In bocca al lupo da Maurizio, Barbara e tutto lo Studio

Pagine

Raccolta fondi per

Vuoi fare di più?

Loading…