Adisco Piemonte

Ecco, il bambino sta per nascere, è fuori, il primo vagito, la gioia della mamma, la soddisfazione dell’equipe medica e dell’ostetrica che prima di porgere il neonato alla mamma, provvede a recidere ed eliminare l’ormai inutile cordone ombelicale.

Ma oggi questa scena potrebbe avere un finale leggermente diverso.

Infatti il cordone ombelicale, che normalmente viene gettato, contiene sangue ricco di cellule staminali, simili a quelle del midollo osseo ma, l’immaturità delle cellule in esso contenute, riduce il rischio di alcune gravi complicanze del trapianto.

E una donna che decide di donare quel sangue offre a tanti bambini malati una speranza in più di guarire.

L’Associazione Donatrici  Italiane Sangue del Cordone Ombelicale Sezione Regionale Piemonte O.N.L.U.S. si è costituita nel 1997, con l’obiettivo di diffondere la cultura della donazione del sangue cordonale e di sostenere la ricerca scientifica in tale campo.

Nel corso della sua attività, ADISCO ha promosso varie iniziative finalizzate a:

- collaborare con le autorità, le istituzioni universitarie e ospedaliere e con altre istituzioni competenti nell’organizzazione e nel miglioramento sia dei servizi, anche con convenzioni, strutture e attrezzature (anche mediante acquisto, installazione e donazione delle stesse), sia dell’assistenza sanitaria che di quella sociale in favore dell’infanzia e nell’organizzazione e miglioramento di attrezzature e servizi per la donazione del sangue cordonale;

-Potenziare la ricerca scientifica in questo settore specifico;

-Sostenere finanziariamente, mediante l’attivazione di borse di studio e l’acquisto di materiali e apparecchiature, la rete italiana* delle Banche di Sangue del Cordone Ombelicale accreditate, presenti attualmente nella maggior parte delle regioni italiane;

- Aumentare l’inventario delle unità idonee al trapianto:  l’Italia per contribuire a sostenere la crescita a livello di registro mondiale, dovrebbe bancare in tre anni circa 15.000 nuove unità con dose cellulare superiore ad 1,2 miliardi di cellule nucleate.

Ecco perché donare il proprio cordone ombelicale e sostenere l’ADISCO nelle sue attività di ricerca è un passo importante per aiutare i bambini malati di leucemia.

Contatta Adisco Piemonte

Come puoi aiutarci

Un compleanno, un matrimonio, una commemorazione, una festa, un’impresa sportiva o qualsiasi altra sfida: c’è sempre un buon motivo per essere solidale! Diventa Fundraiser su Rete del Dono e aiutaci a fare la differenza! Scegli il progetto che più ti sta a cuore, apri la tua pagina di raccolta fondi e invita tuoi amici a donare. Cosa aspetti … bastano pochi click per far partire la tua raccolta!

Diventa fundraiser

  • ADISCO PIEMONTE

    L’obiettivo più importante di Adisco Piemonte negli ultimi due anni è stato la realizzazione dell’hospice "L'isola di Margherita", all’interno dell’Ospedale Infantile Regina Margherita, che accoglie bambini affetti da patologie gravi, rare e non curabili e che dona loro e alle famiglie un sorriso. L’isola di Margherita è stata inaugurata il 17 Maggio 2016 ed ora il nuovo obiettivo è quello di......

  • ADISCO PIEMONTE

    L’obiettivo più importante di Adisco Piemonte negli ultimi due anni è stato la realizzazione dell’hospice "L'isola di Margherita", all’interno dell’Ospedale Infantile Regina Margherita, che accoglie bambini affetti da patologie gravi, rare e non curabili e che dona loro e alle famiglie un sorriso. L’isola di Margherita è stata inaugurata il 17 Maggio 2016 ed ora il nuovo obiettivo è quello di......

Loading…
X

ATTENZIONE