€ 499

Raccolti da 14 donors



Museum

L’Associazione di Volontariato Museum – ODV , costituita a Roma nel 1994, iscritta nel registro del Volontariato della Regione Lazio, Sez. II Servizi Sociali (D.R. 2325/94) e Sez. Cultura (D.R.2324/94), consociata con l’UIC (Unione Italiana Ciechi), è impegnata da sempre a garantire l’accessibilità all’arte quale diritto di ogni cittadino. Si è prefissata di sperimentare e utilizzare nuovi modi di comunicazione ad un pubblico vasto e differenziato abbattendo le barriere sensoriali, spesso poco conosciute e considerate.
Un’attenzione particolare è stata rivolta ai disabili della vista, non vedenti dalla nascita, non vedenti tardivi, ipovedenti, dove abbiamo cercato di educare a toccare, ove possibile, le opere d’arte in modo che ogni sfumatura tattile possa arricchire il loro bagaglio cognitivo ed estetico. Sono state insegnate loro tecniche di esplorazione tattile che portano all’acquisizione di autonomia nella comprensione dell’immagine e al raggiungimento del piacere estetico, integ

L’Associazione di Volontariato Museum – ODV , costituita a Roma nel 1994, iscritta nel registro del Volontariato della Regione Lazio, Sez. II Servizi Sociali (D.R. 2325/94) e Sez. Cultura (D.R.2324/94), consociata con l’UIC (Unione Italiana Ciechi), è impegnata da sempre a garantire l’accessibilità all’arte quale diritto di ogni cittadino. Si è prefissata di sperimentare e utilizzare nuovi modi di comunicazione ad un pubblico vasto e differenziato abbattendo le barriere sensoriali, spesso poco conosciute e considerate.
Un’attenzione particolare è stata rivolta ai disabili della vista, non vedenti dalla nascita, non vedenti tardivi, ipovedenti, dove abbiamo cercato di educare a toccare, ove possibile, le opere d’arte in modo che ogni sfumatura tattile possa arricchire il loro bagaglio cognitivo ed estetico. Sono state insegnate loro tecniche di esplorazione tattile che portano all’acquisizione di autonomia nella comprensione dell’immagine e al raggiungimento del piacere estetico, integrando nei ciechi tardivi forme di memoria visiva, tattile e uditiva, e, lavorando sul loro intreccio, si sono raggiunti importanti recuperi cognitivi. I nostri operatori volontari, appositamente formati e messi in grado di educare all'arte le persone non vedenti, potenziano il lato umano e rendono il museo un ambiente culturalmente stimolante e accogliente. Siamo e siamo stati presenti, nel corso degli anni, in quasi tutti i Musei Nazionali e Comunali di Roma e Provincia, che ringraziamo per averci accolto con interesse e per avere spesso incoraggiato le nostre iniziative. Il nostro fine ultimo è quello di garantire la competenza comunicativa dell'arte sotto diverse forme di espressione e di linguaggio in modo da dare agli utenti la possibilità di selezionare e recepire significati infiniti e diversificati.

Vuoi fare di più?

Anche tu puoi sostenere le campagne con iniziative personali di raccolta fondi.

Emozioni tattili:Giuditta e Oloferne.
499 raccolti di € 4.000
Emozioni tattili:Giuditta e Oloferne.
499 raccolti di € 4.000
Seguente
Previous
Seguente
Previous
Vuoi contattare l'ente?
Loading…
X

ATTENZIONE