Scoprirsi celiaco in Saharawi
Scoprirsi celiaco in Saharawi

Un passo importantissimo verso l’autonomia dell’ambulatorio, aiutaci a inviare gli ultimi kit mancanti in Saharawi!

 

Mohamed Ailam e Mohamed Lamin Husein lavorano nell’ambulatorio che l’Associazione Italiana Celiachia ha lasciato al popolo Saharawi al termine del progetto di cooperazione internazionale concluso nel 2014.

Per consentire all’ambulatorio di continuare a essere autosufficiente e di rappresentare un punto di riferimento per la popolazione locale, i medici hanno bisogno degli strumenti per eseguire sul posto le analisi sierologiche senza affrontare lunghi e pericolosi viaggi.

Dopo una lunga attesa è finalmente arrivato un pacco importante dall’Italia: grazie alla generosità e all’impegno di tutti i donatori abbiamo portato in Saharawi la prima parte dei kit diagnosi, essenziali per consentire ai medici di capire se i pazienti che vivono nei campi possono essere affetti da celiachia, patologia che qui colpisce la popolazione 6 volte tanto rispetto al resto del Mondo.

I kit h

Un passo importantissimo verso l’autonomia dell’ambulatorio, aiutaci a inviare gli ultimi kit mancanti in Saharawi!

 

Mohamed Ailam e Mohamed Lamin Husein lavorano nell’ambulatorio che l’Associazione Italiana Celiachia ha lasciato al popolo Saharawi al termine del progetto di cooperazione internazionale concluso nel 2014.

Per consentire all’ambulatorio di continuare a essere autosufficiente e di rappresentare un punto di riferimento per la popolazione locale, i medici hanno bisogno degli strumenti per eseguire sul posto le analisi sierologiche senza affrontare lunghi e pericolosi viaggi.

Dopo una lunga attesa è finalmente arrivato un pacco importante dall’Italia: grazie alla generosità e all’impegno di tutti i donatori abbiamo portato in Saharawi la prima parte dei kit diagnosi, essenziali per consentire ai medici di capire se i pazienti che vivono nei campi possono essere affetti da celiachia, patologia che qui colpisce la popolazione 6 volte tanto rispetto al resto del Mondo.

I kit hanno un ruolo fondamentale nel percorso che conduce a una diagnosi corretta e evitano che i pazienti incorrano in gravi complicanze.

Nel nostro Paese sono strumenti a disposizione dei medici, così non è nel deserto del Saharawi.

Con soli 3000 Euro possiamo inviare ai medici i kit utili per un altro anno: abbiamo già superato la metà della raccolta, insieme possiamo raggiungere l’obiettivo e consentire all’ambulatorio di continuare a essere determinante per i pazienti.

Non fermare le diagnosi, basta una piccola donazione per inviare in Saharawi i dispositivi medici che cambiano la vita delle persone affette da celiachia

Vuoi fare di più?
Anche tu puoi sostenere le campagne con iniziative personali di raccolta fondi.
AVANTI
INDIETRO
    € 203

    Luigi Buonocore

    12 Settembre 2016

    "Ricavato della cena di solidarietà del giorno 22 luglio 2016 presso il ristorante L'Acquapazza di Cecina Mare (LI)"
    € 166

    Beatrice Botticelli

    3 Agosto 2016

    € 16

    Pepper

    19 Luglio 2016

    € 300

    ASSOCIAZIONE ITALIANA CELIACHIA ONLUS TOSCANA

    6 Maggio 2016

    € 500

    CAVALLERETTO PAOLA BEZZI IMELDE

    26 Aprile 2016

Raccolto

€ 1.727

Donatori

9
Terminato
Loading…
X

ATTENZIONE