26 weeks for 26 miles
New York Marathon 2017
26 weeks for 26 miles
New York Marathon 2017

ENGLISH TEXT BELOW

 

Un viaggio fatto di tre viaggi: la preparazione per una delle più celebri maratone del mondo, il viaggio a NewYork e il viaggio che è la maratona stessa. E un progetto concreto che dia un senso più alto all'iniziativa.

Ecco in poche parole cos'è #26W26M: 26 settimane di preparazione per correre le 26 miglia che separano il Varazzano Bridge dal traguardo posto in Central Park.

A farlo quattro amici, Alessandro, Franz, Ippolito e Matteo, accomunati dalla passione per la corsa e dalla voglia di mettersi in gioco in prima persona.

L’Iraq è un Paese dilaniato dalla guerra dove oltre 3 milioni di persone sono dovute scappare per cercare rifugio nelle aree più lontane dai combattimenti e 11 milioni hanno bisogno di assistenza umanitaria. 

Il sistema sanitario del Paese è crollato e milioni di persone non hanno accesso neanche all’assistenza sanitaria di base. 

Attualmente, EMERGENCY gestisce un Centro di riabilitazione e reintegrazione sociale a Sulaimaniya, specializzato

ENGLISH TEXT BELOW

 

Un viaggio fatto di tre viaggi: la preparazione per una delle più celebri maratone del mondo, il viaggio a NewYork e il viaggio che è la maratona stessa. E un progetto concreto che dia un senso più alto all'iniziativa.

Ecco in poche parole cos'è #26W26M: 26 settimane di preparazione per correre le 26 miglia che separano il Varazzano Bridge dal traguardo posto in Central Park.

A farlo quattro amici, Alessandro, Franz, Ippolito e Matteo, accomunati dalla passione per la corsa e dalla voglia di mettersi in gioco in prima persona.

L’Iraq è un Paese dilaniato dalla guerra dove oltre 3 milioni di persone sono dovute scappare per cercare rifugio nelle aree più lontane dai combattimenti e 11 milioni hanno bisogno di assistenza umanitaria. 

Il sistema sanitario del Paese è crollato e milioni di persone non hanno accesso neanche all’assistenza sanitaria di base. 

Attualmente, EMERGENCY gestisce un Centro di riabilitazione e reintegrazione sociale a Sulaimaniya, specializzato in fisioterapia e produzione di protesi per pazienti mutilati a causa delle mine antiuomo. Inoltre, offre assistenza sanitaria ai profughi iracheni e siriani nei campi delle aree di Arbat e di Kalar.

Da gennaio, con il peggioramento del conflitto di Mosul, lo staff di Emergency è attivo 24 ore su 24 presso l’Emergency Hospital di Erbil.

L'obbiettivo che si propongono i quattro maratoneti è di raccogliere 15 mila euro, una sfida importante, ma loro sono determinati non solo a correre la New York City Marathon ma anche a catalizzare l'aiuto di tanti amici e sostenere praticamente l'attività di Emergency in Iraq.

Naturalmente c'è una sfida nella sfida a chi raccoglierà più fondi: scegli il tuo campione e dona un contributo ad Emergency!

 

English Version: A journey made of three journey, the preparation for one of the most famous marathons in the world, the trip to NewYork and the marathon which is a journey itself. And a concrete project that gives a higher meaning to this initiative.

This is what #26W26M in just a few words: 26 weeks of preparation to run the 26 miles separating the Varazzano Bridge from the finish line in Central Park.

Taking part in this are four friends, Alessandro, Franz, Ippolito and Matteo, who share a passion for the race and a desire to challenge themselves.

Iraq is a war-torn country where over 3 million people have fled to seek shelter in areas far away from fighting and 11 million need humanitarian assistance.

The country's health system has collapsed and millions of people have no access to even basic health care either.

Currently, EMERGENCY manages a Rehabilitation and Social Reintegration Centre in Sulaymaniya, specialised in physiotherapy and the production of prostheses for disabled patients due to anti-personnel mines. It also provides health care to Iraqi and Syrian refugees in the camps of Arbat and Kalar.

Since January, with the worsening of the Mosul conflict, Emergency staff are active 24 hours a day at the Emergency Hospital in Erbil.

The goal of the four marathon runners is to raise 15,000 euros, a major challenge, but they are determined not only to run the New York City Marathon but also to catalyse the help of many friends and virtually support the activity of Emergency in Iraq.

Of course there is a challenge within the challenge: who will raise the most? Choose your champion and contribute to Emergency!"

Vuoi fare di più?
Anche tu puoi sostenere le campagne con iniziative personali di raccolta fondi.
€ 1.146 raccolti di € 5 000

Quando finisce è un grande sollievo

di matteo caccia

Ho iniziato a correre perchè alleviava l'emicrania. Lo facevo la domenica pomeriggio, dopo pranzo. Correvo per 15 minuti, poi ero a pezzi con una nausea fortissima, ma il mal di testa era passato. Poi nel 2015 un amico mi ha invitato a correre la maratona a New York, mi ha regalato le scarp...

Leggi di più...
€ 863 raccolti di € 5 000

Da Bari a New York per Emergency

di Pierpaolo

Mi dai una mano a.. Mi dai una mano a dare un senso alla mia Maratona di New York che non sia solo quello sportivo? Mi dai una mano a diffondere la cultura della solidarietà? Mi dai una mano a dare una mano ad Emergency a raccogliere fondi per l'Emergency Hospital di Erbil? M...

Leggi di più...
    € 102

    Maria Grazia Imparato

    14 Dicembre 2017

    € 31

    Virginia Roncaglione

    1 Novembre 2017

    € 31

    Emanuele Vicentini

    30 Ottobre 2017

    "Il mio piccolo contributo per una bella causa (e chissà che non mi metta a correre anche io)"
    € 31

    Walter Marazzini

    25 Ottobre 2017

    "Vi aspettiamo anche alla piccola E-run di Fagnano Olona nella festa del coordinamento nord ovest, Music for Bangui ;-)"
    € 21

    Carlo Cicogna

    28 Agosto 2017

Raccolto

€ 9.818

Donatori

190
Terminato
Vuoi fare di più? Raccogli fondi anche tu

Raccolto

€ 9.818

DA 190 Donatori

Terminato

Loading…
X

ATTENZIONE