Un futuro per Kabul

Raccolto € 3.651

Il tuo obiettivo € 25.000

42

Termina il 25 dicembre 2017

L'Afghanistan è un paese emblematico rispetto ai tanti territori in guerra oggi nel mondo. Luogo in cui interessi internazionali e nazionali creano un grande gioco dal quale non si riesce ad uscire. Dove economia, appartenenza etnica, religione ed estremismo si mescolano e rendono precaria la vita della gente comune. Dove regole e ruoli sono stabiliti e opprimono ogni anelito di libertà. Dove le bambine e le donne sono inevitabilmente le più esposte a quanto di peggio questo scenario possa produrre.

Pangea opera nell’area urbana di Kabul dove ha attivato un circuito di microcredito, integrato con altri servizi di tipo educativo e sociale. Il progetto si rivolge a donne estremamente povere, per la maggioranza analfabete e con problemi familiari (vedove, orfane con handicap, con famiglie estremamente numerose, con mariti malati...) ma fortemente motivate nel voler contribuire alla loro vita e a quella del loro nucleo familiare avviando un’attività di microimprenditoria familiare o individuale. A queste donne viene data l’opportunità di accedere ad un microcredito che può variare da un minimo di 120 a un massimo di 500 Euro, da restituire nell’arco di un anno, per l’avvio di un’attività generatrice di reddito e di seguire un programma formativo articolato in corsi di alfabetizzazione, aritmetica, diritti umani, igiene e salute riproduttiva.

A Kabul, Pangea lavora anche in una scuola molto silenziosa e piena di vita, popolata da persone che si parlano solo attraverso segni e gesti. Vi sono 596 “alunni”, tra bambini e adolescenti, sia femmine sia maschi, e tutti sono affetti da un particolare handicap: sono o sordi o sordomuti. Provengono da diversi quartieri di Kabul, e questa scuola è un po’ un sogno per loro. Questo luogo è speciale perché questa popolazione bambina, che vive una vulnerabilità così specifica, viene tolta ad un destino di ignoranza, abbrutimento e soprusi che crescendo con l’età li aspetta. Fondazione Pangea sviluppa il progetto con nuovi strumenti, nuove sensibilità, nuovi obiettivi. Parlando con i responsabili della scuola ci siamo fatti raccontare delle loro difficoltà e dei loro sogni imperterriti. Della volontà di avviare corsi di formazioni per ragazze e ragazzi, per inserirli nel mondo del lavoro. Del bisogno di sostenere gli stipendi degli insegnanti e il cibo per i bambini. Del desiderio di collegarsi all’ormai decennale progetto di microcredito di Pangea.

Tutte attività necessarie che sosteniamo sapendo che il bisogno è reale e l’onestà pure:

• Assicurare la frequenza alla scuola a persone altrimenti prive di possibilità reali.

• Far crescere i più piccoli in un ambiente protetto e gradevole.

• Dare la possibilità ai più grandi di imparare una professione.

• Innestare un circolo virtuoso in un luogo “caldo” del pianeta contribuendo a renderlo migliore.

Ordina per:
  • € 31

    Silvana Elli - 27 Settembre 2017

    Un contributo piccolo piccolo per un grande progetto intelligente e pieno di cuore.

Ordina per:
  • 41
    donazioni
    € 3.620
    raccolti

    Un sogno per Kabul

    di Luca Tommassini

    E' tutta la vita che realizzo sogni e questo è il più grande e il più importante di tutti. Sono venuto di persona a Kabul per conoscere il progetto di Pangea che è molto più affascinante di quello che pensavo. Pangea sta facendo qualcosa di rivoluzionario: sta cambiando la vita di donne, bambini e intere famiglie. Aiutami a realizzare questo sogno! Qui a Kabul con 10 euro al giorno una mamma...

Un progetto di

Vuoi fare di più?