Sostegno psicologico a malati oncologici

Raccolto € 16

Il tuo obiettivo € 4.000

1

Termina il 22 marzo 2020

“Aiutaci a dare un sostegno psicologico ai malati oncologici”

L’associazione “Seneparli” vuole dare una mano ai medici e ai pazienti oncologici a parlare della malattia senza tabù, timori e oscurità. Saper comunicare con delicatezza, cura e attenzione per la sensibilità di ciascuno non è facile quando si parla di malattia oncologica. Da più di dieci anni, nel Padiglione 2 dell’Ospedale sant’Orsola di Bologna, al V piano, reparto di Oncologia, organizziamo tutti i mesi incontri tra malati, ex-pazienti, i loro cari, medici e infermieri che hanno cuore la comunicazione, per capire gli uni dagli altri cosa sia meglio dire e come dirlo. In questo modo, funzioniamo un po’ come un gruppo di supporto, che accoglie sempre nuove persone. I nostri incontri sono guidati da uno psicologo esperto che ci aiuta e indirizza la conversazione. Siamo un gruppo di volontari tutti passati attraverso la malattia: chi da paziente, chi da parente o amico e chi da curante. Cerchiamo di aiutare chi, in quel momento, ci sta passando con varie iniziative in reparto, vicino a chi deve fare i conti con questa nuova realtà.

La nostra è una piccola associazione Onlus, ma molto speciale, proprio per la sua finalità di supporto nella comunicazione sulla malattia e sul modo di gestirla; rispettando ognuno di noi con le sue paure, timori e credenze. Ma stiamo crescendo in idee e volontà di incidere. Oltre a incontrarci e a incontrare i malati che vogliono partecipare, abbiamo una rivista in cui pubblichiamo le nostre esperienze e le altre attività. Organizziamo brevi viaggi in cui alterniamo il cammino con altri mezzi di trasporto per chi, anche se malato, se la sente e ha voglia di viaggiare insieme, rispettando le capacità e le forze di tutti. Organizziamo “merende musicali” in reparto per portare “altra aria” in ospedale. 

Ma ora vorremmo fare di più. Abbiamo capito che la presenza di uno psico-oncologo nel reparto e in day-hospital può dare voce ai pazienti che non le trovano nel momento in cui ne hanno più bisogno e aiutarli a ricevere le parole di chi li cura e li assiste. A volte chi riceve la notizia non sa come riportarla poi a casa, ai figli, alla moglie, al marito, al/la compagno/a, ai genitori, agli amici. Come parlarne al lavoro? A chi rivolgersi quando si ha un dubbio, un timore, o si vuole una rassicurazione? Per questo abbiamo bisogno del tuo aiuto. Da soli non ce la facciamo.

Il nostro progetto è di finanziare un assegno di un anno, tanto per cominciare, per un/a giovane psicologo/a che sia formato/a nella psico-oncologia e voglia continuare la sua formazione direttamente sul campo, per stare al nostro fianco e, soprattutto, a fianco dei pazienti. 

Se hai anche tu dovuto affrontare la malattia come malato/a, come parente, amico/a o compagno/a di un/a malato/a, avrai capito l’importanza di avere una persona con cui parlare che sia al di fuori, esterna al tuo mondo, che accolga le tue parole e con cui esprimerti in libertà!

Per aiutarci puoi fare molto. Puoi fare subito una donazione diretta, oppure puoi organizzare una raccolta di fondi come “fundraiser”; per esempio per il tuo compleanno, durante una cena tra amici, organizzando un evento.

Noi ti terremo aggiornato sulle nostre iniziative. Se abiti a Bologna, vieni ai nostri incontri.

Ordina per:
  • € 16

    franz cirni - 23 Marzo 2019

    grazie di esistere

Un progetto di

Vuoi fare di più?

Loading…
X

ATTENZIONE