RUNFORIOV Donne contro tumore al seno

Evento: TCS New York City Marathon 2020

Raccolto € 5.279

Il tuo obiettivo € 20.000

106

Termina il 22 aprile 2021

RUN FOR IOV - Donne in corsa contro il tumore al seno

NEW YORK 2016 VALENCIA 2017 LONDRA 2018

E adesso…..NEW YORK 2020

 

Siamo la SQUADRA ROSA del progetto RUN FOR IOV di RYLA Onlus; un gruppo composto da donne dai 30 ai 67 anni con alle spalle una storia di tumore al seno, insieme a medici e personale sanitario dell’Istituto Oncologico Veneto; siamo state una squadra contro la malattia e ora siamo una squadra con le scarpe da corsa ai piedi.

Grazie al progetto RUNFORIOV, dopo aver affrontato la “maratona” della malattia, con i suoi momenti duri le grandi fatiche, ma anche la determinazione e volontà di farcela, di arrivare al traguardo più importante, siamo arrivate a correre alcune delle più emozionanti e importanti maratone al mondo pur non essendo delle atlete, partendo quasi tutte da zero.

Nel 2016 la New York City Marathon, nel 2017 la maratona di Valencia , nell’aprile del 2018 la Virgin London Marathon.

E adesso Vi presentiamo le nostre nuove compagne! Una nuova squadra che iniziando da zero si allenerà per un anno per prepararsi a correre, insieme a noi “veterane” la Maratona di New York nella sua 50° edizione il 1° novembre 2020.

Simonetta (48), Natascia (45), Flavia (36), Francesca (44), Susi (49), Natacha (52), Federica (49), Laura (40), Cristina (46), Irene (33), compagne che hanno vissuto l’esperienza del tumore al seno e insieme a loro altre due dottoresse dell’Istituto Oncologico Veneto, due specializzande oncologhe le dott.sse Grazia Vernaci e Alice Menichetti, insieme per una entusiasmante esperienza che le vedrà unite con un obiettivo comune, correre insieme i 42,195Km della New York City Marathon.

 

Il progetto RUN FOR IOV è organizzato da RYLA Onlus con il patrocinio, la collaborazione e il coordinamento dell’Istituto Oncologico Veneto (IOV) I.R.C.C:S. e dell’U.O.C. Medicina dello Sport e dell’Esercizio Fisico dell’Azienda Ospedaliera di Padova. Ha altresì il patrocinio della Rete Oncologica Veneta e del Dipartimento di Medicina dell’Università di Padova

La mission che RYLA onlus porta avanti col progetto RUN FOR IOV, è stata per noi un motivo di rinascita dopo il buio della malattia e vogliamo che possa esserlo ancora per altre “compagne” ed ha consentito di dare un contributo concreto allo IOV, l’Istituto che tanto ha fatto per noi e continua a fare per tante pazienti come siamo state noi, ogni giorno.

 

Qual è la mission di RYLA Onlus con il suo progetto RUN for IOV?

  • La riabilitazione psicofisica delle pazienti di tumore al seno attraverso la corsa,
  • La sensibilizzazione riguardo all'importanza della prevenzione,
  • La diffusione di un messaggio di speranza di coraggio per le pazienti di oggi,
  • La raccolta di fondi per la Breast Unit e la ricerca contro il tumore al seno dell'Istituto Oncologico Veneto,

GRAZIE ALLE PRIME DUE EDIZIONI DEL PROGETTO ABBIAMO DONATO ALLO IOV 109.000 EURO E VOGLIAMO SIANO SOLO I PRIMI!

 

Come è nata RUNFORIOV?

Run Your Life Again RYLA onlus è nata nel 2015 su iniziativa di Sandra Callegarin, una paziente dell'Istituto Oncologico Veneto di Padova. Durante il suo percorso di cura scopre nella corsa uno sprone, una fonte di energia per combattere il tumore; terminate le cure decide di condividere la sua esperienza di malattia e di corsa e di tradurla in un progetto da realizzare insieme all’Istituto Oncologico Veneto (IOV) di Padova che l’ha curata. Costituisce con il marito la Onlus Run Your Life Again – RYLA e con il patrocinio, collaborazione e coordinamento dello IOV e la collaborazione dell’U.O.C. Medicina dello Sport e dell’Esercizio Azienda Ospedaliera di Padova raduna una squadra di donne operate di tumore al seno e una rappresentanza del personale medico dell’Istituto Oncologico Veneto IOV che le ha seguite, insieme alle quali affrontare, dopo la sfida della malattia, quella di correre la Maratona di New York 2016. Da allora non si sono più fermate!

 

Non solo corsa - Lo staff che segue la squadra

Durante tutto il percorso verso New York, il team sarà allenato da Chiara Arrigoni di Assindustria Sport e seguito e fatto oggetto da parte dello IOV e della UOC di Medicina dello Sport Azienda Ospedaliera di uno studio medico/psicologico sugli effetti dell’esperienza sulle pazienti; un team composto dalla Dott.ssa Stefania Zovato IOV, dott.ssa Samantha Serpentini IOV, dott.ssa Antonella Brunello IOV, dott.ssa Maria Teresa Nardi IOV e dott. Andrea Gasperetti Medico sportivo

Porti degli obiettivi positivi come un progresso sportivo, un traguardo, ti fa focalizzare su ciò che puoi fare, anziché su ciò che il cancro ti costringe o ti impedisce di fare e ti dà l’occasione di guardare avanti, di allungare quell’orizzonte temporale che si è bruscamente fermato! Farlo insieme ad altre donne con la tua stessa storia poi moltiplica all’ennesima potenza l’effetto; non ti senti più sola davanti alla sfida, essere una squadra ti dà forza a 360°.

 RYLA significa proprio questo: Run Your Life Again, Corri di nuovo la tua vita!

E per chi correre se non per chi la vita ce l’ha salvata? E allora RUN FOR IOV!.”

LA MARATONA CONTRO IL TUMORE AL SENO NON SI FERMA LA RICERCA CONTINUA E HA BISOGNO DEL SOSTEGNO DI TUTTI ANCHE DEL TUO!

Ordina per:
  • € 102

    Maria Serena Mercatanti - 4 Dicembre 2019

    Donazione per i progetti della RYLA

  • € 254

    Marco e Benedetta Gaia - 4 Dicembre 2019

    Buon Natale a tutte le 'pink' ragazze di RUNFORIOV e in bocca al lupo per la nuova emozionante sfida!

  • € 31

    Paolo Mantese - 3 Dicembre 2019

    Al fianco di donne coraggiose!

  • € 102

    BARBARA&MIRKO - 6 Novembre 2019

    UN PICCOLO CONTRIBUTO A FAVORE DI QUESTO GRANDE PROGETTO!!!

  • € 51

    Susanna Cautiero - 5 Novembre 2019

    Grazie alla ricerca ho speranza di vita. Susanna Cautiero in terapia per tumore al seno allo iov.

Ordina per:
  • 29
    donazioni
    € 1.341
    raccolti

    I numeri sono importanti!

    di Francesca Mantese

    Quando ho scoperto di avere un tumore al seno, a luglio 2016, avevo 41 anni, due figli piccoli, e stavo bene (apparentemente!!!). I giorni dopo la diagnosi sono tremendi, tante paure e una domanda martellante: Perche'??? Ero giovane, non avevo familiarita' con il tumore al seno, mai fumato, stile di vita sano e sportivo, alimentazione equilibrata, ho allattato entrambi i bimbi a lungo. Quindi,...

  • 24
    donazioni
    € 1.051
    raccolti

    In corsa per un grande traguardo

    di Federica Senzolo

    SEMPRE DI CORSA   Sono Federica, ho 49 anni. Nel maggio 2017, avendo un po’ di male al seno, posai una mano e sentii un nodulo. Mi dissi che non era nulla, perché le “cose brutte” di solito non fanno male e poi avevo allattato al seno due figli e tra le credenze popolari c’è anche quella che l’allattamento allontani il rischio di cancro al seno. Dopo qualche giorno, però, provai a risentirmi e...

  • 12
    donazioni
    € 913
    raccolti

    THE PINK POWER

    di Susi Masiero

    LA MIA PREZIOSA SECONDA CHANCE... Marzo 2018. Questa è una data importante poiché a seguito di una mammografia per un controllo di routine mi venne diagnosticato un cluster di micro-calcificazioni , a seguire la biopsia e la diagnosi inequivocabile “ carcinoma infiltrante”.  Avevo disertato per un po’ di anni i miei controlli, poiché concentrata a spendere le mie energie per la mamma, per la sua...

Un progetto di

Vuoi fare di più?

Loading…
X

ATTENZIONE