Skip to main content

Come costruire il progetto

 

La Guida di Rete del Dono Come costruire il progetto
Come costruire il progetto

Dopo aver analizzato la salute digitale della tua organizzazione, è ora di iniziare a lavorare sulla definizione del progetto destinatario della campagna. Il progetto è, di fatto, il fulcro, la sua ragion d’essere perché i fondi raccolti serviranno proprio per realizzarlo. Essere in grado di strutturare e raccontare, in modo semplice e diretto, il progetto è un passaggio fondamentale per una campagna di successo. Sintetizziamo qui di seguito i passaggi chiave su cui ti suggeriamo di concentrare l’attenzione per descriverlo in modo organico ed efficace:

• Obiettivo del progetto: cosa intendo fare con i fondi raccolti?
• Beneficiari: chi trarrà beneficio dal progetto?
• Impatto sociale: quale bisogno soddisfo e quali i benefici per la comunità?

Per esperienza, sappiamo che progetto di raccolta fondi funziona quanto più riesce ad essere:
1. Concreto: es. il rifacimento del campo sportivo della scuola.
2. Trasversale: es. viene coinvolta l’intera comunità scolastica di tutti gli studenti dai 6 ai 13 anni attuali, gli ex alunni e le famiglie dei futuri iscritti.
3. Modulabile: soprattutto se sei alla tua prima esperienza di crowdfunding considera un progetto che sia modulabile. Nel caso del campo sportivo potrai decidere di raccogliere fondi per sistemare in primo luogo il fondo del campo. E poi, se la raccolta decolla, passare agli spalti e/o alle attrezzature.

Titolo della campagna
Il titolo è una parte importante perché è il primo elemento identificativo della campagna. Se ben costruito potrebbe diventare #hashtag ufficiale della stessa, accompagnando tutte le comunicazioni, dai canali social alla newsletter. Sintetizziamo di seguito le caratteristiche chiave
• Conciso: idealmente un paio di parole o una frase molto breve. Citiamo a titolo di esempio alcune campagne estremamente efficaci, es. #conquistiamocilaluna, #insiemeperlamusica, #jointhefigh, #givethebeat.
• Esaustivo: contenere il messaggio chiave della campagna, così che il potenziale donatore sia in grado di coglierne immediatamente il contenuto e la ragion d’essere.
• Originale: unico e mai utilizzato da altri (si suggerisce di controllare che non ci siano # con questo nome).

Obiettivo di raccolta fondi
Definire l’obiettivo di raccolta fondi della campagna è una scelta articolata in quanto, per arrivare a una giusta stima, è necessario considerare diverse variabili. Limitarsi a prendere in considerazione il mero valore del progetto sarebbe riduttivo perché escluderebbe a priori i costi da sostenere per coprire le attività di divulgazione e promozione della campagna. Vediamo per ordine quali sono gli aspetti da includere nel budget complessivo della campagna:
• Progetto
• Ricompense
• Attività di comunicazione – online e offline
• Fee della piattaforma e commissioni bancarie

Stabilire l’obiettivo di raccolta fondi permetterà di fare le opportune valutazioni sul numero di donatori da coinvolgere.

• Supponendo di avere un obiettivo di raccolta fondi di 5.000€ e una donazione media di 50€, dovrò coinvolgere 100 donatori.
• Ipotizzando una redemption del 10%, dovrò coinvolgere circa 1.000 donatori (naturalmente la tua redemption dipende dalla qualità dei tuoi contatti e dalla tipologia di campagna che hai in essere- es. emergenza versus campagna annuale di raccolta fondi)

L’esercizio dell’“algoritmo delle donazioni” è utile per comprendere il numero di donatori da coinvolgere per arrivare a un certo obiettivo. Non solo, potrai immediatamente capire se la community di partenza è abbastanza ampia o se si dovrà fare uno sforzo importante per allargarla e coinvolgere un bacino più ampio di individui.

Durata
Circoscrivere la durata temporale della campagn
a di crowdfunding è cruciale per pianificare le diverse attività di comunicazione e per valutare, in itinere, l’andamento della raccolta fondi. In genere si raccomanda un periodo di circa 3 mesi, adattabile in funzione di 3 variabili: obiettivo economico, milestone (i momenti cruciali di comunicazione e coinvolgimento) e dimensione della community.

In genere si raccomanda un periodo di circa 3 mesi, adattabile in funzione di 3 variabili: obiettivo economico, milestones (i momenti cruciali di comunicazione e coinvolgimento) e dimensione della community.

Una volta definiti questi elementi, si potrà facilmente declinare un’efficace narrazione che permetterà, non solo di coinvolgere, ma anche di ingaggiare la tua community. La natura progettuale del crowfunding è estremamente funzionale a tale scopo. Tuo compito sarà quello di renderli protagonisti della campagna.  

Pagina progetto: I FONDAMENTALI

Oggetto Contenuto Suggerimenti
Obiettivo di raccolta fondi Pensa a un obiettivo ambizioso ma raggiungibile Se il tuo progetto è modulare, imposta un primo obiettivo che poi potrai “moltiplicare”
Testo  Descrizione Progetto Sintetico, pratico e con call to action ben evidenziata. Se puoi, indirizza le donazioni, “pacchettizandole”  
Gallery foto Max 10, una di anteprima Emotivamente coinvolgenti e con buona risoluzione
Video Precaricato su youtube Max 1 minuto
Donazioni e messaggi Le donazioni sono tutte visualizzate da front end, i donatori possono restare anonimi se lo desiderano Puoi rispondere ai donatori, ringraziandoli direttamente sulla pagina 
Contatore raccolta fondi La rotella ti permette di visualizzare l’avvicinamento all’obiettivo  Una volta raggiunto, puoi aumentarlo oppure “mandare in tilt” il contatore

 

Pagina progetto: I VOLANI

Oggetto Contenuto Suggerimenti
Reward Ricompense associate a tagli di donazione Valuta se integrarlo e qualora lo sia la tipologia, materiale o immateriale.
Personal fundraiser La sezione personal fundraiser comprende individui e aziende che si attivano per te La raccolta fondi si amplifica quanto più riesci ad attivare i tuoi sostenitori a diventare personal fundraiser
Update Puoi aggiornare la tua community, con informazioni sul progetto o sulla raccolta fondi Gli update sono utili “pretesti” per rilanciare la tua raccolta fondi