un’iniziativa di
Torino
L’educazione non si ferma Torino
L’educazione non si ferma Torino

In questo periodo di emergenza la presenza della scuola come luogo di comunità, di incontro e di apprendimento come momento sociale è vitale.

Purtroppo però come sapete per ragioni di salute pubblica non è impossibile incontrarci in presenza e il Tommaseo come previsto si è subito subito attivato per organizzare in tutte le 55 classi del Comprensivo momenti di didattica a distanza, di video conferenze con gli studenti e di riunione fra noi docenti.

 

Perché ciò funzioni davvero per tutti , però, è fondamentale che ciascun alunno sia dotato di un suo computer o di un tablet o di uno smartphone e disponga di una connessione internet adeguata, ma abbiamo verificato che due studenti per ogni classe non hanno le strumentazioni adeguate per partecipare.

Una scuola come la nostra non può e non vuole lasciare nessuno indietro perciò abbiamo deciso di dare in prestito d’uso tutti i computer disponibili a scuola che erano usati normalmente per la didattica digitale.

 

Quando...

In questo periodo di emergenza la presenza della scuola come luogo di comunità, di incontro e di apprendimento come momento sociale è vitale.

Purtroppo però come sapete per ragioni di salute pubblica non è impossibile incontrarci in presenza e il Tommaseo come previsto si è subito subito attivato per organizzare in tutte le 55 classi del Comprensivo momenti di didattica a distanza, di video conferenze con gli studenti e di riunione fra noi docenti.

 

Perché ciò funzioni davvero per tutti , però, è fondamentale che ciascun alunno sia dotato di un suo computer o di un tablet o di uno smartphone e disponga di una connessione internet adeguata, ma abbiamo verificato che due studenti per ogni classe non hanno le strumentazioni adeguate per partecipare.

Una scuola come la nostra non può e non vuole lasciare nessuno indietro perciò abbiamo deciso di dare in prestito d’uso tutti i computer disponibili a scuola che erano usati normalmente per la didattica digitale.

 

Quando gli edifici dell’Istituto torneranno ad aprire le porte, però quei computer e quei tablet dati in prestito dovranno essere restituiti e quegli studenti torneranno a sentirsi disuguali

 

Aiutateci a comprare delle macchine che diventino le loro, aiutateci a dotarli di una connessione che non sia legata all’emergenza, ma che possa continuare anche quando questi momenti saranno finiti.

 

Noi scommettiamo sul dopo per vincere ora la nostra battaglia contro il virus.

La scuola c’è, aiutateci a raggiungere tutti i nostri alunni perché l’apprendimento e l’azione educativa non può fermarsi.

Ci servono un centinaio di macchine e una quarantina di connessioni.

 

Siate generosi e se sarete in tanti a donare, il vostro aiuto noi lo condivideremo con altre scuole di Torino perché l’unione fa la forza e noi lo sappiamo.

Grazie!

Sempre #viciniaibambini

    € 16

    Serenella

    17 Aprile 2020

    ""La scuola è il nostro passaporto per il futuro, poiché il domani appartiene a coloro che oggi si preparano ad affrontarlo." Malcom X"

    risposta di Torino

    Grazie Serenella per il tuo contributo per non far fermare l'educazione!

    € 51

    ANONIMO

    17 Aprile 2020

    risposta di Torino

    Grazie di cuore!

    € 51

    Aldo

    7 Aprile 2020

    risposta di Torino

    Grazie di cuore Aldo!

    € 15

    Miryam Pignataro

    1 Aprile 2020

    "Un piccolo contributo per voi "

    risposta di Torino

    Ti ringraziamo Miryam per il tuo contributo!

    € 21

    Giulia Valentini

    1 Aprile 2020

    "Buon lavoro ragazzi!"

    risposta di Torino

    Grazie mille Giulia per il tuo sostegno!

Vuoi fare di più?
Anche tu puoi sostenere le campagne con iniziative personali di raccolta fondi.
Loading…
X

ATTENZIONE