I tirati in mezzo

I tirati in mezzo per il RunChallenge!!!

Raccolto € 264

5


Il nome "I tirati in mezzo" già rende l'idea di come si sia formata questa staffetta. Persone che non si conoscevano prima di essere coinvolte nel progetto. Siamo stati tutti reclutati in maniera diversa e in men che non si dica ci siamo trovati a correre con uno scopo comune che ci ha uniti. Lo sport e la solidarietà hanno la forza di unire laddove non sembrerebbe che ci siano affinità. E così ognuno di noi correrà per tener fede alla sfida accettata.

I componenti sono:

Montse, una donna e madre dal gran cuore. Sportiva nell'animo, correva spesso nei suoi ritagli di tempo. Un giorno come altri mentre si allenava, vide il nostro gruppo correre al parco per allenarsi; le è bastato chiacchierare un pò con il nostro coach che subito ha deciso di credere nel progetto e unirsi ai nostri allenamenti.

Romeo: ragazzo sempre di corsa tra il suo scooter, il lavoro in un fast food e con l'impegno alla maratona Run Challenge. La corsa è il momento per scaricare le tensioni della giornata e passare un'ora e mezza in compagnia di amici. Nel gruppo si distingue per la velocità con la quale sfreccia e fa mangiare polvere a tutti! A fine allenamento? Fresco come una rosa e sempre sorridente.

Flavio ha 55 anni, fa l’odontoiatra e ha un figlio disabile di 22 anni, Matteo. Pratica sport da quando era piccolo.Il tennis, lo squash e lo sci sono gli sport che ha praticato maggiormente. Gli è sempre piaciuta anche la corsa che mi permette di avere dei momenti preziosi in cui ci si sente soli con il proprio corpo e la mente libera da ogni pensiero. Correre con il Run Challenge è un ulteriore occasione di contatto e dialogo con la diversità.

Paola, il capitano di questa staffetta. Da brava Nutrizionista è sempre stata una sportiva, ma ha sempre evitato la corsa. Ognuno tende ad evitare quello in cui non si sente a proprio agio e vincente. Ma le sfide servono a questo, superare i propri limiti! Perciò è stata tirata in mezzo da un'amica che partecipa in un'altra staffetta e da quando ha iniziato non riesce più a farne a meno. La corsa offre momenti di isolamento e condivisione unici e preziosi.

RunChallenge è un progetto solidale promosso da PlayMore! a Fraternità e Amicizia Onlus.

Chi sono PlayMore! e Fraternità & Amicizia

PlayMore! nasce nel 2010 con l’obbiettivo di promuovere sport, salute ed integrazione, in particolare per persone in condizione di marginalità sociale. Dal 2013 PM ha aperto il centro sportivo in via Moscova 26 come luogo di partecipazione attiva per i cittadini. Fraternità & Amicizia è una ONLUS di Milano da anni impegnata nella promozione di attività di integrazione ed inclusione sociale rivolta in particolar modo a persone con disabilità intellettivo e relazionale. Da anni queste due realà collaborano insieme per creare nuove opportunità di gioco, per tutti, oltre ogni differenza e pregiudizio.

.

Cos'è il RunChallenge

Il progetto RunChallenge è una sfida per creare il 1° Running Club integrato di Milano, che accoglierà al proprio interno sportivi con disabilità intellettive e relazionali, insieme a sportivi amatoriali. Persone con e senza disabilità correranno insieme, cercando di superare i propri limiti, oltre ogni differenza e pregiudizio.

Perchè si fa sport integrato?

Fare sport integrato risponde alla nostra filosofia di aiutare le persone a incontrarsi attraverso lo sport. Le persone con disabilità hanno la possibilità di instaurare nuove relazioni, fuori dalle solite cerchie dell'assistenza sociale (in cui tendono a frequentare principalmente altre persone con disabilità). Ma lo sport integrato fa bene soprattutto a chi non è disabile, per entrare in contatto in modo semplice con il mondo della disabilità, che per la maggior parte di noi è sconosciuto e vissuto con un po' di timore.

Perchè la tua donazione è decisiva?

Perchè la donazione che farai su questa pagina si unirà a tutte le altre che PlayMore! e Fraternità e Amicizia stanno raccogliendo e contribuirà a finanziare il progetto RunChallenge! Per un anno di attività sportiva abbiamo stimato un costo di circa 5000 euro per retribuire gli istruttori, acquistare divise e altro materiale, fare le assicurazioni agli atleti, fare promozione al progetto per aumentare i runner coinvolti e magari fare qualche corsa in trasferta.

La nostra staffetta si pone l'obiettivo di raccogliere almeno 500 euro.

Sapere che ci aiuti ci farà correre con ancor più convinzione ed entusiasmo, per tagliare il traguardo economico della nostra raccolta fondi... e quello sportivo dei 42 chilometri della Maratona!

Ordina per:
  • € 51

    flavio bergamaschi - 30 Marzo 2017

    Forza ragazzi

  • € 16

    Laura Russo - 26 Marzo 2017

    Ho scoperto l'evento grazie alla mia amica Paola, bravissima nutrizionista e persona straordinaria. L'idea mi e' subito piaciuta:evento bello e fine nobile!

  • € 125

    Montse - 15 Marzo 2017
  • € 31

    Maite Fernndez Dorado - 13 Marzo 2017

    Buena suerte!

  • € 41

    Paola - 1 Marzo 2017

Raccolta fondi per

Vuoi fare di più?

Loading…