"SoSMamma: a sostegno delle mamme con SM

Evento: Maratona di Roma 2018 - Fun Run

Raccolto € 118

9

 

"soSMamma: progetto a sostegno delle mamme con sclerosi multipla"

“Mi è stata diagnosticata la sclerosi multipla (SM) quattro anni fa. La diagnosi ha condizionato la mia decisione di diventare madre, in quanto le persone intorno a me si aspettavano che avrei rinunciato ad avere figli. Questo mi indusse, per un po’, a pensare che non sarei stata in grado di affrontare la maternità. Quel che mi ha realmente aiutata a superare tutto questo è stato il comprendere cosa posso o non posso fare, concentrandomi su ciò che è meglio per la mia salute e utilizzando la rete di aiuto intorno a me. Essere genitore si è rivelato molto più semplice di quanto non pensassi.” Anna, donna con sclerosi multipla, che ha deciso di avere figli.  

Per anni le donne con sclerosi multipla venivano scoraggiate a intraprendere una gravidanza, per i possibili effetti avversi della gestazione sull’evoluzione della patologia. Oggi è ampiamente riconosciuto che la gravidanza non influenza il decorso della SM nel lungo termine: il numero di ricadute della malattia infatti può diminuire o scomparire del tutto durante la gravidanza, si riscontra, invece, un aumento delle ricadute soprattutto nei mesi successivi il parto.

soSMamma” si pone l'obiettivo di fornire alle donne con sclerosi multipla tutti gli strumenti pratici ed informativi, utili per vivere appieno la propria maternità, concentrandosi nel primo anno di vita del bambino.

Perchè questo progetto? I sintomi invisibili della patologia, come la stanchezza e/o le difficoltà motorie, spesso accompagnate anche dall’utilizzo di ausili come carrozzina o stampella, impattano nelle azioni quotidiane di cura del neonato. Cambiare il pannolino, fare il bagnetto diventano impossibili se si hanno difficoltà di deambulazione. Allattare, è spesso sconsigliato sia per la ripresa del farmaco sia perché la stanchezza cronica rende complicato gestire questo fondamentale momento affettivo tra madre e figlio.

Cosa faremo? Un equipe di professionisti (ostetrica, terapista occupazionale, psicologo e puericultrice) si recheranno a domicilio della donna con SM con lo scopo di fornire informazioni, proporre interventi socio-sanitari, suggerire soluzioni alle problematiche quotidiane e rilevare situazioni di potenziale emergenza. Prevediamo un minimo di 6 visite domiciliari, da effettuare una volta a settimana – durante le prime tre settimane di vita del neonato – e 1 volta al mese durante il 3°-6°-12° mese di vita del bambino.

Basta un piccolo contributo, anche solo 5€, per essere affianco delle donne con sclerosi multipla affinché possano vivere l’esperienza della maternità in modo completo ed appagante. Perché la SM non deve essere un limite!

 

Per informazioni:

AISM Sezione Provinciale di Roma

Tel. 064743355 - Cell. 3454056894 - email: [email protected]

 

 

Ordina per:
  • € 11

    Andrea new - 6 Maggio 2018
  • € 16

    Annamaria Carbonari - 9 Aprile 2018

    #SMuoviti

  • € 10

    anonimo - 5 Aprile 2018
  • € 11

    anonimo - 5 Aprile 2018
  • € 11

    anonimo - 5 Aprile 2018

Pagine

Un progetto di

Vuoi fare di più?

Loading…
X

ATTENZIONE