Skip to main content

I social network consentono di raggiungere facilmente una rete di conoscenti spesso ben predisposti a donare: ecco come ottimizzare una raccolta fondi Facebook in modo efficace.

Promuovere una raccolta fondi Facebook è un buon modo per contribuire a sostenere una causa o fare beneficenza. Il procedimento è molto semplice: il social network offre la possibilità di far conoscere a una platea molto ampia una raccolta fondi a sostegno di un’organizzazione oppure di una raccolta fondi personale. Il vantaggio di utilizzare Facebook per promuovere la tua campagna consiste nella possibilità di coinvolgere una community attiva e fedele, composta prevalentemente da una rete di amici. Ma come rendere una campagna su Facebook veramente efficace? Ecco degli utili suggerimenti per aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo.

Iniziare dagli amici per dare slancio a una raccolta fondi su Facebook

Il momento del lancio di una campagna è sempre delicato. In questo contesto, è utile partire dalla cerchia di amici più stretti, quelli che si conoscono personalmente e ai quali è più facile spiegare – anche offline – la natura del proprio progetto. In questo modo riuscirete a costruire le fondamenta della vostra raccolta fondi su Facebook e le persone che conoscete meno saranno più propense a donare, vedendo che qualcun altro prima di loro l’ha già fatto. Naturalmente, a monte, avrete fatto un buon lavoro per rendere interessante la vostra campagna: corredatela di immagini efficaci, scrivete titoli capaci di attirare l’attenzione, fornite tutti i dati e i collegamenti necessari.

Creare una pagina Facebook ad hoc

Affinché una campagna su Facebook sia davvero efficace, è opportuno creare una pagina ad essa dedicata. Così, la raccolta fondi assumerà una maggiore autorevolezza e indipendenza, rispetto ad un semplice post pubblicato sul vostro profilo personale. Una volta creata la pagina, dovrete scegliere un’immagine di copertina adeguata e poi occuparvene con costanza. Iniziate scrivendo un primo post che spieghi nel dettaglio in che cosa consiste la raccolta fondi. Invitate poi i vostri amici a seguirla e aggiornatela di frequente con immagini, video, informazioni sull’andamento della campagna. Cercate di generare connessioni e interazioni, coinvolgendo i vostri follower con domande e sondaggi.

Ampliare la community su Facebook

La forza dei social network è la possibilità che offrono di trovare tantissime persone interessate agli stessi temi che vi stanno a cuore. Facebook, in particolare, è pieno di gruppi e community tematiche, spesso molto attive e attente. Effettuate una ricerca e cominciate a seguire le pagine che toccano argomenti vicini a quello che riguarda la vostra raccolta fondi. Iniziate ad interagire, commentate i post pubblicati all’interno dei vari gruppi. In questo modo, nuovi utenti potranno interessarsi alla vostra causa e raccogliere fondi sarà più facile.

Coltivare la fedeltà dei donatori

Una volta creata un’ampia comunità di sostenitori, dovrete prendervene cura con costanza. Un buon modo è quello di ringraziare pubblicamente follower e donatori con un tag. Taggateli chiamandoli per nome in un post ad hoc. In questo modo si sentiranno valorizzati e, allo stesso tempo, i loro amici potranno venire a conoscenza della vostra raccolta fondi. Lavorando sulla fidelizzazione aumenterete anche la visibilità della vostra raccolta fondi.

Corredare di link ogni post

Per fare in modo che gli utenti atterrino sulla pagina della vostra raccolta fondi, dovete “aggirare” l’algoritmo di Facebook, che penalizza i post contenenti un link. Non è difficile. Basta aggiungerlo nel primo commento, anziché all’interno del post stesso. Il discorso cambia se avete deciso di sponsorizzare alcuni post: in questo caso, potete tranquillamente inserire il link nello stato del post.

Utilizzare hashtag specifici

Cercate di focalizzare l’attenzione su un topic in particolare, possibilmente di richiamo, o collegabile a cause di portata più ampia. Ad esempio, la ricerca sulle malattie rare o la lotta contro l’abbandono degli animali. Effettuate una ricerca su Facebook per identificare gli hashtag maggiormente utilizzati e inseriteli nei post di aggiornamento della vostra raccolta fondi.

Aldo Lubrani

Laureato con lode in Relazioni Internazionali presso Università degli studi Roma Tre, Master in Europrogettazione presso Europa Business School di Bologna. Lavoro da anni nel settore Digital Fundraising e Non Profit. Su Rete del Dono ricopro il ruolo di Project Manager nell'ambito Comunicazione, Digital e Personal Fundraising. Appassionato di viaggi, storia e arte.

Lascia un commento